Articolo taggato ‘Presidente’

Ecco il nuovo(?) Governo

Lunedì, 12 Dicembre 2016

Alle 20, il governo Gentiloni, giurerà di fronte al presidente della Repubblica. E’ il numero 64 della storia repubblicana. Il presidente del consiglio incaricato ha sciolto la riserva e ha comunicato la lista dei ministri che lo affiancheranno nell’esecutivo. Il popolo italiano ha votato. Non è stato capito. L’affetto per la vecchia guardia è forte. Come si fa a interrompere la catena che parte da Napolitano, Monti, Fornero e Renzi? E’ stata una stagione splendida per la politica italiana. Per loro, ovviamente.

Non ci resta che prendere il Trump

Sabato, 12 Novembre 2016

Donald Trump

Purtroppo il presidente Obama lascia un’eredità pesante. È chiaro che lui avrebbe voluto altrimenti. La verità, invece, è che non è riuscito a risolvere i problemi della sanità americana, non è riuscito a trovare una via di fuga (verso il lavoro che manca) per gli operai disoccupati, e lascia un importante numero di conflitti bellici irrisolti. Tra Hillary e Trump sarebbe stato utile scegliere il terzo. Ma il terzo non c’era. Ecco perché gli americani hanno scelto Donald. Tra i due era l’unico portatore del ‘nuovo’. Che poi sia una persona con un sacco di pregiudizi, be’, è vero. Tuttavia, era ora di finirla con le dinastie. I Kennedy, i Bush, i Clinton e via discorrendo. Possibile che questi umani fossero tutti portatori del gene salva-problemi attraverso la politica? Non ci crede nessuno. Ovviamente spiace che sia un milionario a tenere le redini della nazione più importante della Terra. I miracoli forse esistono e, visto che non è che si stia tutti benissimo con quelli che professano di voler aiutare chi vive a stento, magari il futuro alla Trump-pensiero (pulito dalle esagerazioni da campagna elettorale) potrà essere una soluzione. Come sempre, la speranza è l’ultima a morire.

Rai1, programmi inutili

Venerdì, 30 Settembre 2016

 

Risultati immagini per studenti

Quando la Rai deve rispettare gli orari, li rispetta. Non guarda in faccia nessuno.
“La scuola italiana deve mantenere la sua fondamentale funzione di garantire a tutti pari condizioni di partenza. Non devono essere il benessere familiare o l’elevato grado di istruzione dei genitori i fattori più importanti per assicurare ai giovani conoscenza e cultura”. È un passaggio del discorso del presidente della repubblica, Sergio Mattarella, all’inaugurazione dell’anno scolastico a Sondrio. Il Presidente ha anche parlato di altri temi: i fondi del governo per l’edilizia scolastica, il bullismo, la crescita economica e l’occupazione.
Ci sono stati anche alcuni validi e interessanti interventi fatti dagli studenti. Uno, in particolar modo, fatto con l’ausilio dei sacchi della spazzatura, è stato veramente centrato e ben congegnato. Il tema era legato agli sbarchi dei disperati in Sicilia. Ad un certo punto, ex abrupto, la Rai ha pensato bene di tagliare il programma e immettere Antonella Clerici e quel suo inutile e disturbante ‘Prova del cuoco’. I ragazzi sono stati annullati con la loro rappresentazione. E’ incredibile, detto en passant, come tutte le tv, private e pubbliche, continuino a programmare ‘sta gente che continua a cucinare. La gente non lavora nelle miniere, ma pensa di nutrirsi come se spaccasse pietre a Yuma. Salvo poi andare a spendere soldi – che non ha – nelle palestre. Dove è andato a finire il buon senso?